Ti racconto una storia...

Ti racconto una storia……

€8,00

Prefazione
Scrivere una prefazione ad un libro, soprattutto ad un libro di una giovane esordiente, significa sicuramente rischiare che non venga mai letta, perché forse rappresenta solo una breve introduzione di rito e non la si considera veramente parte integrante di esso, ma soprattutto perché si corre immediatamente a sfogliare le pagine scritte lasciandosi prendere dal vero scopo del libro stesso, quello di essere letto.
Ma il senso di una prefazione consiste nell’aiutare chi si accinge ad affrontare questo percorso a provare le stesse sensazioni e gli stessi sentimenti di chi per primo lo ha aperto .
“Ti racconto una storia” è un racconto semplice, pieno di tutti quegli elementi che appartengono all’immaginario giovanile e ridondante dell’immenso repertorio di oggetti, frasi, situazioni che compongono l’universo spesso apparentemente futile della vita comune: molte le descrizioni dell’abbigliamento, molti i nomi degli amici, molti gli incontri ed i contesti d’ambientazione, rapidi i tempi della storia ed i dialoghi… consumistico mondo, quasi da fiction televisiva, con il personaggio principale, la giovane Lea, che si destreggia in un turbine di situazioni con ingenuo disincanto. Ma a guardare bene la favola, quella perenne, rimane sullo sfondo ed è ciò che rimane anche nelle aspettative del lettore, quello di sempre: un po’ di Cenerentola, un po’ di Pinocchio, un po’ de La Bella e la Bestia si ritrovano in ogni passaggio. Così la giovane provinciale che tocca il cielo con un dito nella Los Angeles dei suoi sogni e del suo idolo rock e che, malgrado gli intrighi di qualche “sorellastra”, conquista la sua nuova identità, incarna anche la voglia di evasione e di trasgressione nel “paese dei balocchi” in compagnia di qualche “Lucignolo”, diventando causa e stimolo della prodigiosa metamorfosi che rompe la prigione diquell’Andrew così indecifrabile e irraggiungibile…
Questo libro è come una strada con dei segnali, tutti cartelli chiari ed immediati che ci danno una mano a capire meglio la direzione, ma ci consigliano anche un senso un po’ più profondo scorrendo accanto a noi. Si legge semplicemente attraverso la sua forma fluida ed efficace soprattutto nell’aggettivazione e nelle parti descrittive, accompagnandoci nel nostro stesso obiettivo quello di arrivare alla fine del racconto senza troppe complicazioni, malgrado qualcuno possa obiettare che la vera ragione del viaggio è viaggiare, non raggiungere un meta.

Eugenia Amendola

Esaurito

COD: 978-8888637-56-7. Categoria:

Descrizione prodotto

Prefazione
Scrivere una prefazione ad un libro, soprattutto ad un libro di una giovane esordiente, significa sicuramente rischiare che non venga mai letta, perché forse rappresenta solo una breve introduzione di rito e non la si considera veramente parte integrante di esso, ma soprattutto perché si corre immediatamente a sfogliare le pagine scritte lasciandosi prendere dal vero scopo del libro stesso, quello di essere letto.
Ma il senso di una prefazione consiste nell’aiutare chi si accinge ad affrontare questo percorso a provare le stesse sensazioni e gli stessi sentimenti di chi per primo lo ha aperto .
“Ti racconto una storia” è un racconto semplice, pieno di tutti quegli elementi che appartengono all’immaginario giovanile e ridondante dell’immenso repertorio di oggetti, frasi, situazioni che compongono l’universo spesso apparentemente futile della vita comune: molte le descrizioni dell’abbigliamento, molti i nomi degli amici, molti gli incontri ed i contesti d’ambientazione, rapidi i tempi della storia ed i dialoghi… consumistico mondo, quasi da fiction televisiva, con il personaggio principale, la giovane Lea, che si destreggia in un turbine di situazioni con ingenuo disincanto. Ma a guardare bene la favola, quella perenne, rimane sullo sfondo ed è ciò che rimane anche nelle aspettative del lettore, quello di sempre: un po’ di Cenerentola, un po’ di Pinocchio, un po’ de La Bella e la Bestia si ritrovano in ogni passaggio. Così la giovane provinciale che tocca il cielo con un dito nella Los Angeles dei suoi sogni e del suo idolo rock e che, malgrado gli intrighi di qualche “sorellastra”, conquista la sua nuova identità, incarna anche la voglia di evasione e di trasgressione nel “paese dei balocchi” in compagnia di qualche “Lucignolo”, diventando causa e stimolo della prodigiosa metamorfosi che rompe la prigione diquell’Andrew così indecifrabile e irraggiungibile…
Questo libro è come una strada con dei segnali, tutti cartelli chiari ed immediati che ci danno una mano a capire meglio la direzione, ma ci consigliano anche un senso un po’ più profondo scorrendo accanto a noi. Si legge semplicemente attraverso la sua forma fluida ed efficace soprattutto nell’aggettivazione e nelle parti descrittive, accompagnandoci nel nostro stesso obiettivo quello di arrivare alla fine del racconto senza troppe complicazioni, malgrado qualcuno possa obiettare che la vera ragione del viaggio è viaggiare, non raggiungere un meta.

Eugenia Amendola

Informazioni aggiuntive

Autore

Alessandra Key Cappa

Formato

cm 13×21

N° pagine

136

ISBN

978-8888637-41-9

Data Pubblicazione

maggio 2012